Product Description

Usi, rischi e rappresentazioni dell’incendio dal Medioevo al XX secolo

Da sempre l’uomo ha intessuto col fuoco un rapporto ambiguo e sfaccettato: fonte di calore, di illuminazione e di protezione, fattore indispensabile nella conquista di conoscenze e tecnologie, esso è al contempo un elemento di rischio e di distruzione. Il controllo e la gestione del fuoco rappresentano quindi un momento essenziale nella storia della civiltà, sempre in bilico sul crinale tra utilità e minaccia. È a partire da questa ambivalenza, ma anche dalle ripetute emergenze provocate negli ultimi anni dai danni ambientali innescati dal fuoco, che si avverte l’esigenza di concentrare l’attenzione su un evento – l’incendio – in cui casualità e intenzionalità, negligenza e criminalità, prevenzione e soccorso si intersecano lungo confini incerti. Attorno all’incendio si cristallizza il problema del modo di percepire, affrontare e gestire un avvenimento che mette in discussione il rapporto tra gli uomini e il loro habitat, tra società e natura. I testi qui raccolti, in italiano, francese e tedesco– frutto di un convegno internazionale tenutosi presso l’Accademia di architettura di Mendrisio nel novembre 2007 e promosso dal Laboratorio di Storia delle Alpi – analizzano, da varie angolature, il fenomeno dell’incendio e il suo ruolo nella strutturazione del rapporto tra uomo e ambiente. La pluralità delle prospettive e degli approcci disciplinari scaturisce dalla natura stessa dell’incendio che, oltre a condensare forti e molteplici valenze simboliche, racchiude svariate implicazioni di natura politica, sociale, economica, ambientale, urbanistica e architettonica.

 

ISBN: 978.88.7795.198.4

Prezzo euro: 23

Collana: Dibattiti & Documenti

Numero collana: 13

Anno: 2010

detail product

  • Pages : N/A
  • Cover design : N/A
  • Publisher : N/A
  • Language : N/A
  • ISBN : 978.88.7795.198.4
  • Product Dimensions : N/A
  • Released : 2010

about the author